Ermes di Andros in terracotta

Ermes di Andros in terracotta

1958

Nuovo

Copia della statua greca di Praxiteles trovata a Paleopoli nel 1832
terracotta patinata di ns produzione

Più dettagli

1 Disponibile

330,00 €



Scheda dati


Le misure sono espresse in Cm. e Kg.
Altezza70
Larghezza25

Ulteriori informazioni

Ermes Nella mitologia greca, messaggero degli dei, figlio del dio Zeus e di Maia, figlia del titano Atlante. Messaggero particolare di Zeus, portava sandali alati, un cappello a falda larga e una verga d'oro magica (il caduceo), con serpenti intrecciati e ali; conduceva le anime dei morti nel mondo sotterraneo (Ermes Psicopompo), possedeva poteri magici sul sonno e i sogni, ed era il dio del commercio e dei mercanti, nonché il custode delle mandrie. Dio degli atleti, proteggeva i ginnasi e gli stadi e lo si riteneva responsabile della fortuna e della ricchezza. Malgrado le sue virtù, Ermes era anche un nemico pericoloso, un truffatore e un ladro. Il giorno della sua nascita rubò il bestiame del fratello Apollo, dio del Sole, facendo camminare all'indietro la mandria sulle proprie orme per cancellarne le tracce; posto a confronto con Apollo, Ermes negò il furto, ma i due fratelli si riconciliarono quando Ermes donò ad Apollo la lira che aveva creato. Ermes veniva rappresentato nell'arte greca più come un uomo barbuto e maturo; nel periodo classico divenne un giovane atletico, nudo e imberbe. Nella mitologia romana fu identificato con Mercurio.

Andros
(anche Andro; greco Ándros), isola della Grecia sudorientale, situata nel mar Egeo. È la più settentrionale delle Cicladi e ha una superficie di circa 380 km2. È prevalentemente montuosa e ha coste frastagliate. I prodotti principali sono vino e agrumi. Il più importante centro abitato è Andros, sulla costa orientale; la popolazione è di circa 9000 abitanti. Originariamente abitata da popolazioni ioniche, Andros si rese indipendente da Atene intorno al 411 a.C., dopo essere stata costretta ad accettarne il dominio. Divenne parte del regno ellenistico di Pergamo (in Asia Minore) nel 200 a.C. e fu annessa a Roma nel 133 a.C. Nel 1207 passò sotto il controllo dei veneziani, che lo mantennero fino al 1566, anno in cui fu conquistata dai turchi. Ritornò a far parte della Grecia nel 1829.

particolare della statua originale greca


 

30 altri prodotti della stessa categoria: