Vasi torniti in Diaspro dei Carpazi - rarissima pietra introvabile

Vasi torniti in Diaspro dei Carpazi - rarissima pietra introvabile

3541

Nuovo

Copia di vasi classici romani antichi.
Materiale: Diaspro rosso dei Carpazi.

Classificazione del Prof. Dario Del Bufalo / Roma.

Materiale molto raro e di particolare durezza.

Il colore rosso, quasi innaturale è variegato da inclusioni di quarzo purissimo.

La coppia costa 14.800,00€ ed il vaso singolo 5.600,00€.

20.000,00€ per i tre vasi.

Più dettagli

3 Disponibili

20 000,00 €



Scheda dati


Altezza 33 cm
Larghezza 18 cm
Peso 15 Kg
Manifattura Recuperando srl
Materiale Diaspro rosso dei Carpazzi

Ulteriori informazioni

Il diaspro (parola di origine persiana) è una roccia sedimentaria mono-mineralogica, ossia formata da un unico minerale, composta da quarzo (SiO2), e contenente sovente alcune impurità, solitamente atomi di ferro che conferiscono alla roccia vivaci colorazioni, rendendola ricercata come pietra semi-preziosa per la lavorazione in opifici.
I diaspri sono costituiti da quarzo micro e criptocristallino granulare, in certi casi anche fibroso, combinato a volte a piccole quantità di silice opalina.
Il minerale si forma per sedimentazione e precipitazione di silice in acque abbondanti di questo elemento, sedimentazione/precipitazione innescata da un processo vulcanico innescato nel bacino acquifero stesso[1]. La precipitazione/sedimentazione della silice può avvenire sotto forma di "gel" che in seguito, dopo la depositazione sul fondo del bacino, si solidifica; tuttavia l'origine del diaspro può essere a volte organogeno, cioè può essere originato da alcuni tipi di spugne e/o radiolari e/o gusci silicei di diatomee (rispettivamente animali appartenenti al genere porifera, animali unicellulari planctonici ed alghe unicellulari planctoniche).


 

28 altri prodotti della stessa categoria: